Dietro le quinte del Digitale

Dietro le quinte del Digitale

L’economia digitale in Italia nel 2017 vale 58 miliardi (il 9% in più rispetto allo scorso anno) e ha generato oltre 30 mila posti di lavoro in più, questo è quanto emerge nel corso dello IAB Forum dalla ricerca condotta da IAB e EY.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Display Advertising è oggi una componente fondamentale dei formati pubblicitari, dove Marketing e risorse digitali vanno a braccetto.

Le cose sono decisamente cambiate dai tempi del Carosello, con la moltitudine  di strumenti a nostra disposizione e il bombardamento continuo di informazioni attraverso i media diventa sempre più complicato capire come lasciare un’impronta nella mente dei consumatori.  Siamo così costantemente invasi dai brand e dai loro messaggi che quasi non ce ne accorgiamo.

Se prima si puntava a un sorriso o a una lacrima, adesso fare leva sulle emozioni è un elemento sempre essenziale, ma non più sufficiente. Il consumatore medio è cinico e cerca un coinvolgimento reale e immediato, è necessario un approccio esperienziale, non solo emotivo.

Il consumatore di oggi è iper-connesso, si parla di Cross-Channel, un intersecarsi di diversi canali in cui risulta indispensabile l’integrazione per far fronte alle innumerevoli modalità di interazione e comunicazione disponibili.

È importante che questo approccio multicanale non risulti sconnesso. La brand experience deve far incastrare perfettamente il marketing tradizionale con quello digitale che a sua volta ha il compito di creare una rete di strumenti perfettamente intrecciata.

Cambiano gli strumenti, ma come il marketing tradizionale, anche quello digitale ha bisogno di una programmazione, un’analisi che preceda qualunque attività.

Grazie alle ricerche che oggi è possibile effettuare, la rete è una banca di milioni e milioni di dati a cui fare riferimento per comprendere il comportamento e le preferenze degli utenti.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

“Il futuro del Marketing Digitale non siamo noi, ma i dati. I dati ci dicono tutto quello che accade dietro le quinte senza che nemmeno ce ne accorgiamo”

Se ci atteniamo a questa citazione di John Ramnton, fondatore di Adogy, possiamo immaginare il mondo digitale come un teatro dove il pubblico è composto da utenti seduti comodamente in poltrona. In scena brand e campagne di ogni tipo, sul palco una scenografia fatta di media e nel backstage i Marketers, gli addetti ai lavori che si assicurano che tutto funzioni secondo un unico obiettivo, l’approvazione del pubblico.

R.C.

Nessun commento

Sorry, the comment form is closed at this time.